Learning by doing, una metodologia didattica, per una formazione di qualità : l’ Istituto Professione Moda, apre una convenzione con Federcasalinghe – Campania



Valentina Cervo Fashion Designer  –  IPM

Con sedi a  Campobasso,Nola e Napoli, l’istituto punta per la formazione al metodo  “Learning by doing”  ovvero imparare facendo nei propri corsi.

Un team di professionisti del settore , docenti , operano in classi formate da pochi allievi, l’obiettivo è seguire ogni iscritto per una formazione ottimale. Ai corsisti è data la possibilità di partecipare attivamente ad eventi di grande rilevanza nazionale come Altaroma, Napoli Moda Design e Pitti Uomo.

Constatando che la maggior parte degli iscritti sono donne, in età adulta, IPM ha deciso di offrire corsi a costi particolari per le iscritte a Federcasalinghe Campania, con cui ha stipulato una convenzione. Nel mese di Luglio due gli appuntamenti per chi fosse interessato al mondo della Moda e dei suoi percorsi formativi : mercoledì 18 luglio l’Open day  nella sede di Nola

ed il 20 luglio con l’Open Day nella sede di Campobasso.
Per i lettori che non possono esserci una breve presentazione dei corsi di IPM :

-Il product design è un corso composto da 5 moduli:fashion design,modellistica,confezione,graphic design e marketing, ed è un corso completo che intende fornire allo studente tutte le conoscenze per seguire l’intera filiera del prodotto,dalla progettazione al capo finito fino all’immissione sul mercato.

 -Il corso di fashion design riguarda tutta la progettazione di una collezione,partendo dalla ricerca di trend e tessuti ,alla costruzione del moodboard per arrivare al disegno dei figurini completi di schede tecniche e cartelle colori.

-Il corso di modellistica intende formare una delle figure chiave del sistema moda cioè quella del modellista. Il modellista rende reale il bozzetto dello stilista attraverso i cartamodelli,che servono a mettere in evidenza tutte le caratteristiche necessarie per la realizzazione dei capi.

-Il corso di confezione fornisce allo studente tutte le tecniche  di taglio e  sartoriali per realizzare un capo finito.

-Il corso di Graphic Design ha l’obiettivo di formare una figura professionale in grado di gestire gli aspetti della comunicazione visiva all’interno di uno studio stilistico, cogliendone l’essenza e proponendo soluzioni grafiche innovative, destinate al marketing.

Durante il modulo gli studenti attraverso l’uso del software Adobe Photoshop acquisiranno competenze per la progettazione digitale di Moodboards, Fashion Rendering, Patterns e la gestione del tema grafico di una Collezione.

  • Il corso di graphic design advanced per chi ha già una base di grafica e vuole acquisire ulteriori conoscenze, o per chi lavora già nel settore e vuole aggiornarsi. 

-Il corso di operatore cad è rivolto a tutte quelle persone che hanno già una base di modellistica e che vogliono specializzarsi nell’utilizzo di sistemi tecnologici con i quali procedere all’industrializzazione e alla produzione del prodotto moda. L’operatore cad è la figura attualmente più ricercata nelle aziende in quanto la modellistica manuale è stata sostituita dai software per velocizzare il processo produttivo.

-Il corso di accessori ha come obiettivo quello di formare  figure professionali capaci di distinguersi grazie alla loro creatività ma anche competenza. Lo studente acquisirà le principali tecniche di disegno e colorazione manuali e digitali,attraverso accurate ricerche in un percorso dalla storia del costume  alle attuali tendenze moda. L’allievo studierà i diversi tipi di accessorio ,dalla scarpa alla borsa alla piccola pelletteria e le diverse costruzioni e materiali. Dal concept,allo studio dei moodboard,alla ricerca dei materiali,alla cartella colori,un percorso sperimentale che fa si che lo studente si possa esprimere attraverso la sua conoscenza ma soprattutto attraverso la sua creatività.

Le attività svolte degli studenti della scuola di moda sono visibili, in un workshop creativo ,durante gli Open-day.

You might also like