Premio “Urban Award” , Comune di Napoli terzo classificato

Nella sessione pomeridiana della seconda giornata della XXXV Assemblea annuale Anci di Rimini sono stati premiati i Comuni vincitori della seconda edizione del premio “Urban Award”. Il concorso, ideato da Ludovica Casellati (viagginbici.com), ha come obiettivo la promozione della mobilità sostenibile facendo conoscere le soluzioni che i Comuni stanno realizzando per consentire ai cittadini, turisti e studenti, di incrementare l’utilizzo di ciclo-pedonalità e trasporti pubblici integrati per i propri spostamenti.

Per il comune di Napoli, terzo classificato dopo Cesena e Padova, ha ritirato il premio il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris. Sul palco a premiare l’Ambassador Matteo Marzotto, presidente di Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica e vicepresidente di Italian Exhibition Group, Fabrizio Iseni, presidente della Fondazione Iseni Y Nervi, assieme al presidente dell’ANCI Antonio De Caro e a Ludovica Casellati, direttore di viagginbici.com.

Il comune di Napoli è stato premiato per il progetto “Azione integrata a sostegno della mobilità ciclabile per gli spostamenti casa-scuola”. Ideato dall’Assessorato alle Infrastrutture e al Trasporto e condiviso con le associazioni degli utenti della bici, il progetto prevede lo sviluppo di azioni di mobilità sostenibile connesse all’ampliamento delle piste ciclabili, e rivolge anche una forte attenzione alla sicurezza dei percorsi casa – scuola e al mondo dell’educazione. In particolare, si prevede di realizzare la pista ciclabile su corso Umberto, arteria di collegamento tra la stazione ferroviaria di piazza Garibaldi e molteplici sedi universitarie ed uffici, risultata dalle indagini effettuate dal comune di Napoli la strada più utilizzata da quanti si spostano in bicicletta. Si tratta di un intervento previsto dal Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), e coerente con il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES), che rappresenta un importante pezzo della rete ciclabile cittadina. L’intervento prevede anche una più ampia riqualificazione e messa in sicurezza del Corso Umberto con la rimozione dei new jersey posti al centro della carreggiata e la sostituzione con un cordolo in pietra lavica. Inoltre, è prevista la riqualificazione, con il miglioramento della fruibilità e della vivibilità, di via Mezzocannone, principale percorso di collegamento tra la stazione Università della linea 1 della metropolitana, sita al termine di corso Umberto, e le più importanti sedi universitarie della zona. Il progetto prevede ancora il finanziamento di un bando di concorso rivolto alle scuole della città perché progettino percorsi casa – scuola in sicurezza che verranno realizzati insieme ai tecnici comunali. Infine, sono previste risorse per le scuole finalizzate ad un corso di formazione da parte di esperti per creare la figura di “Mobility manager”.

WhatsApp chat