“Noi per primi”, campagna diagnosi precoce

30 ottobre 2018 alle ore 12,30, presso la sala convegni dell’ASL Napoli 2 Nord in via Vergara, Frattamaggiore, sarà presentata ufficialmente la campagna di promozione della diagnosi precoce “Noi per primi!” .

L’iniziativa nasce dall’esigenza di imprimere una forte spinta al tema della diagnosi precoce attraverso un intervento che, in continuità con la campagna di comunicazione realizzata dall’Azienda, possa catalizzare l’attenzione della cittadinanza sull’importanza di aderire agli screening oncologici – cervice, mammella e colon retto – contando sull’effetto persuasivo dell’adesione agli screening da parte degli operatoti sanitari.

Gli operatori aziendali saranno invitati a partecipare ad un incontro: “Un aperitivo di SALUTE insieme!” organizzato direttamente nei loro luoghi di lavoro, durante il quale si discorrerà sull’importanza della diagnosi precoce per esortarli ad aderire numerosi agli screening sia per tutelare la propria salute che per dare il buon esempio alla cittadinanza a cui sarà divulgata l’iniziativa “Noi per primi!”.

Per gli operatori la campagna vuole sollecitare parallelamente più livelli:

aspetti di sensibilizzazione personale verso i temi della diagnosi precoce;

aspetti educativi, nella misura in cui si forniranno agli operatori sanitari elementi per sviluppare una maggiore consapevolezza del contributo dei loro atteggiamenti nell’azione di promozione della salute dell’Azienda;

aspetti formativi relativamente alle conoscenze/competenze sugli aspetti clinici e sui percorsi operativi degli screening che saranno proposti durante gli incontri e con i messaggi via mail;

Per la cittadinanza invece intendiamo fare leva sui fattori della fiducia e dell’emulazione:

per incrementare l’attenzione e l’adesione convinta agli screening attraverso la costruzione di un’immagine di affidabilità della struttura pubblica grazie all’esempio di chi ci lavora direttamente: “Se lo fanno loro ci si può fidare!”.

Gli operatori sanitari divengono fruitori e sensibilizzatori degli screening, testimonial insostituibili e coinvolgenti di un’azione di avvicinamento della cittadinanza alle strutture sanitarie.

WhatsApp chat