Consumatori, Modem libero!

Finalmente l’Agcom si adegua alle disposizioni europee in tema di rete aperta e libertà di scelta delle apparecchiature terminali. 

Le nuove regole sono già entrate in vigore dal primo Dicembre 2018 , per i nuovi contratti, mentre per quelli in corso e quindi già stipulati, bisognerà attendere il primo gennaio 2019. La situazione attuale è la seguente: alcuni utenti, soprattutto nei contratti più recenti, ottengono dal proprio operatore un modem gratuito da utilizzare, altri invece si vedono costretti a dover pagare, anche a rate, ma comunque a prezzi spesso superiori a quelli di mercato, il modem proprietario fornito dall’operatore.

Aderendo della normativa comunitaria, l’Agcom ha stabilito che gli utenti finali avranno il diritto di utilizzare apparecchiature terminali di accesso ad Internet di loro scelta.

Pertanto, dal 1° dicembre, saranno in due versioni le offerte degli operatori, ovvero con o senza inclusione del modem. In caso di offerte in abbinamento con modem a titolo oneroso, gli operatori saranno tenuti a evidenziare separatamente modalità e condizioni di offerta.

Nel dettaglio, il contratto di fornitura dovrà indicare i costi di installazione e le modalità di fatturazione, il numero e il valore delle rate di noleggio e l’eventuale opzione di riscatto del terminale alla scadenza o il prezzo di acquisto della proprietà del terminale in unica soluzione, dando evidenza separata, anche nei documenti di fatturazione, dei costi sottostanti al valore del bene rispetto a quelli dei servizi di installazione, assicurazione, manutenzione, assistenza.

Qualora l’utente decida di utilizzare un proprio modem, questi avrà comunque diritto a un minimo di assistenza: “I fornitori di accesso alla rete forniscono ai propri clienti, attraverso i canali di assistenza, informazioni per la corretta e semplificata attestazione delle funzionalità di connessione e configurazione degli apparati terminali”.

Per i contratti già in essere si dovrà attendere il prossimo primo gennaio. L’operatore dovrà eliminare ogni eventuale blocco relativo all’utilizzo di modem alternativi, mentre coloro che stanno pagando attualmente un modem avranno die alternative.

(delibera Agcom 348/18/CONS)

     Avv. Lucia Verruso

 cervinara@casadelconsumatore.it

WhatsApp chat