“Gastrologo d’oro” e “Maninpasta d’oro” edizione 2019

Nei giorni 13,14 e 15 Maggio 2019 si sono tenute, presso la splendida location di Tenuta Pegaso, a Caiazzo (Ce) le giornate conclusive della seconda edizione del Gastrologo d’oro e della prima edizione del Maninpasta d’oro.

Edoardo Lanza, organizzatore e ideatore della manifestazione si è avvalso della preziosissima collaborazione del Gran Maestro IMAHR Giovanni Diodato, maneger della Tenuta Pegaso e lo chef executive Fabio Di Guida.

Il giorno 13 Maggio numerose aziende del territorio hanno preso possesso degli spazi a loro attribuiti presentando i propri prodotti o servizi.

Il giorno successivo, il 14 Maggio, numerosi pizzaioli hanno presentato nuove idee per pizze “d’autore” con la supervisone e il supporto tecnico e morale dei Maestri Umberto Fornito e Marco Amoriello.

Una giuria tecnica, “E frat ra’ Pizza” presieduta da Angelo Silvestri, Antonio Graziuso e Salvatore Lubrano e numerose giurie popolari, hanno assegnato il primo trofeo del MANINPASTA D’ORO 2019 consistente in un maufatto “pezzo unico” realizzato dalla Maestra Ceramista Annamaria Fusco, da Furore al pizzaiolo Antonio De Filippis titolare della pizzeria Oro di Napoli di Somma Vesuviana più 3 secondi premi exseguo a Stefano Pane, Angelo Carbotti e Antonio Esposito.
Il terzo e ultimo giorno, il 15 Maggio, è stato riservato alla gara per gli chef provenienti da diverse regioni che hanno presentato piatti inediti con prodotti del loro territorio di provienza.

Il boss del concorso, Edoardo Lanza, bene ha fatto ad affidare il delicato compito della giuria a grandi professionisti: Francesco Vaccarella, Presidente Nazionale IMAHR, Giovanni Diodato, Gran Maestro IMAHR e manager della Tenuta Pegaso, Vincenzo Pezone, Gran Cancelliere IMAHR , Gigi Di Maria, Direttore di Obiettivo Campania e il testimonial della manifestazione per il secondo anno consecutivo il Blind Chef Anthony Andaloro, dalla Sicilia , che ha incantato ed emozionato tutti i presenti con uno show cooking nutraceutico.

Alla fine dei conteggi la giuria ha decretato vincitore lo chef Alessandro Della Rocca, delle Peonie, con “filetto di maialino sfumato al burro salato”; al secondo posto lo chef Gregorio Meligrana, dalla Liguria ma calabrese di origine che ha presentato “Il coniglio alla Ligure, rivisitato” e al terzo posto lo chef macellaio Sabatino Cillo con un piatto dedicato alle tradizioni contadine. Anche in questo caso, al vincitore un manufatto della Maestra Ceramista Annamaria Fusco.

You might also like