PRECARI SCUOLA: A CHE PUNTO SIAMO?

CERRETO MNS: DIPLOMATI MAGISTRALI IN GAE, GOVERNO TROVI UNA SOLUZIONE IDONEA PER MIGLIAIA DI INSEGNANTI
LOPA E CATAPANO INCONTRANO DELEGAZIONE CAMPANA PRECARI GUIDATA DA SONIA TESORIEROIl segretario del Movimento Nazionale per la Sovranità, Marco Cerreto, è intervenuto in merito alla sentenza della Cassazione che nella giornata di ieri ha affermato la non sussistenza dell’abuso di potere giurisdizionale da parte dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato circa la permanenza degli insegnanti Diplomati magistrali nelle graduatorie ad esaurimento che hanno conseguito il diploma ante 2001/2002.

Ciò, secondo il segretario del MNS “creerà di fatto un ingorgo giurisdizionale che rischia di ingolfare l’apertura dell’anno scolastico 2019, facendo permanere in una sacca di precariato senza precedenti decine di migliaia di insegnanti. Rispettiamo le sentenze della Cassazione, ma la sentenza non trae conclusioni di merito circa le decisioni dell’Adunanza Plenaria, ma ha ritenuto che la sentenza del più alto Consesso della Giustizia Amministrativa, essendo frutto di una mera interpretazione delle norme giuridiche, non determini un abuso del potere giurisdizionale. Tutto ciò determinerà la permanenza con riserva dei diplomati magistrali, che utilizzeranno le clausole di salvaguardia, in attesa di migliaia di sentenze ad personam che impiegheranno mesi se non anni, contribuendo a creare non poco nocumento alla qualità dell’insegnamento. Chiediamo quindi alla politica, e nella fattispecie al governo, di trovare una soluzione idonea per migliaia di insegnanti che oggi versano in un limbo di precariato senza via d’uscita.
Una Delegazione Campana guidata da Sonia Tesoriero è stata ricevuta dai Dirigenti napoletani del Movimento Nazionale per la Sovranità, Rosario Lopa e Alfredo Catapano. Durante l’incontro sono emersi diversi punti convergenti, con la relativa stesura di una nota che sarà inviata al Segretari Nazionale Cerreto.

NOTA INCONTRO MNS NAPOLI CON DELEGAZIONE PRECARI
IL MONDO DEI PRECARI DELLA SCUOLA ORMAI DETIENE IL PRIMATO DEI DIBATTITI POLITICI IN ITALIA.
LA DOMANDA E’ SI HA VERAMENTE INTENZIONE DÌ RISOLVERE QUESTO PROBLEMA?
SECONDO IL NOSTRO PARERE NO! PREMESSO CHE L’ISTITUTO MAGISTRALE FU IDEATO DA GIOVANNI GENTILE INSIEME A RADICE ( LA LORO RIFORMA E’ DEFINITA LA PIU’ FASCISTA DELLE RIFORME ) PROPRIO PER LA PREPARAZIONE DEGLI INSEGNANTI.
CI SI CHIEDE QUALE SIA IL MOTIVO PER CUI IL DIPLOMA MAGISTRALE NON DEBBA PIU’ ESSERE ABILITANTE ( CUI PRODEST ? ).
LA CAUSA PRIMARIA DEI DISSERVIZI ITALIANI SONO I RICORSI A CUI CI SI PUO’ RIVOLGERE E CHE NON SONO PER NIENTE ECONOMICI E QUINDI NON ALLA PORTATA DI TUTTI. GIA’ QUESTO DOVREBBE FAR CAPIRE QUANTO POCO INTERESSE SI ABBIA NEI CONFRONTI DEI PRECARI.
CIO’ DETTO PASSIAMO ALL’ANALISI DELLA SITUAZIONE; NEL 2007 VENGONO APERTE LE G.A.E. E SONO AMMESSI IN ESSE TUTTI COLORO CHE HANNO L’ABILITAZIONE PRESA O CON CONCORSO O CON ALTRI SISTEMI BANDITI DAL MINISTERO.
A QUESTI SISTEMI ABILITATIVI NON TUTTI HANNO POTUTO PARTECIPARE PERCHE’ NON IN POSSESSO DEI REQUISITI RICHIESTI PER L’AMMISSIONE…
E QUI INIZIANO I DOLORI. E GIA’ PERCHE’ UNA VOLTA CHIUSE LE GAE ( AGGIORNATE PRIMA OGNI DUE ANNI E POI LASCIATE AL 2014 ) INIZIANO I RICORSI ….
IL PROBLEMA IN SE’ NON SONO I RICORSI MA COLORO CHE SI INALBERANO PERCHE’ CHI E’ LAUREATO NON AMMETTE CHE UN SEMPLICE DIPLOMATO POSSA ESSERE ABILITATO ALL’INSEGNAMENTO NELLA SCUOLA PRIMARIA ( NEGLI ALTRI GRADI GIA’ ERA PREVISTA E LAUREA E SUPERAMENTO DI CONCORSO ) SENZA PENSARE E CONSIDERARE CHE MOLTI, FORSE NON HANNO POTUTO PERMETTERSI DI PAGARE LE TASSE UNIVERSITARIE.
ORA LA DOMANDA NASCE SPONTANEA DA QUANDO L’ESPERIENZA SUL CAMPO E’ STATA SOSTITUITA DALLO STUDIO LIBRESCO?
AHHHH SE VI SENTISSERO I GRANDI PEDAGOGISTI CHE HANNO FATTO GRANDE L’ITALIA.
CON IL PASSARE DEL TEMPO QUESTI DIPLOMATI SONO DIVENTATI I PRECARI DELLA SCUOLA E NON VEDONO VIA DI USCITA, E SAPETE PERCHE’?
NON LA SI VUOLE TROVARE. EPPURE SAREBBE TANTO SEMPLICE: BASTEREBBE RIUTILIZZARE IL VECCHIO DOPPIO CANALE , OBBLIGARE TUTTE LE SCUOLE DI TUTTI GLI ORDINI E GRADI, DI TUTTA ITALIA AD ATTUARE IL TEMPO PIENO ( SENZA DARE L’AGIO AI GENITORI DÌ POTER DECIDERE SE SI O SE NO ) IN MODO DA AVERE 2 INSEGNANTI PER OGNI CLASSE ( IN UNA SCUOLA DÌ 1 SOLA SEZIONE CON SOLO 5 CLASSI DIVENTEREBBERO 10 INSEGNANTI ).
PERCHE’ LA COSA ASSURDA E’ CHE QUESTI DIPLOMATI SONNO RITENUTI NON IDONEI AL RUOLO MA POSSONO BENISSIMO ESSERE SUPPLENTI, FIRMARE REGISTRI, SVOLGERE ESAMI.
VOGLIAMO POI PARLARE DEI POSTI OCCUPATI DA COLORO CHE HANNO SOLO IL DIPLOMA MAGISTRALE ( COME SE IL DIPLOMA LO AVESSERO TROVATO SOTTO L’ALBERO DI NATALE ), CI RENDIAMO CONTO DI QUANTE PERSONE SI TROVEREBBERO SENZA LAVORO?
EH NO, LA SOLUZIONE C’E’ E L’AVETE SOTTO GLI OCCHI: MANDARE IN PENSIONE COLORO CHE HANNO 60 ANNI DI ETA’ E NON CE LA FANNO PIU’, APRIRE LE GAE E ASSUMERE, ASSUMERE…

QUESTI FAMOSI DIPLOMATI, INOLTRE, SONO STATI ASSUNTI CON LA FAMOSA BUONA SCUOLA, LA LEGGE RENZI DEL 2015 IN CUI ERA SCRITTO PERFETTAMENTE CHE SI CORREVA IL RISCHIO DI ESSERE ALLONTANATI DALLA PROPRIA CITTA’, PER ENTRARE IN RUOLO TANTI HANNO ACCETTATO, ANCHE CHI AVEVA IL DIPLOMA MAGISTRALE NEL CASSETTO E NON AVEVA MAI INSEGNATO.
PERCHE’ GLI SONO STATI CONCESSI I RICORSI PER RIENTRARE ? ( HOMO FABER FORTUNAE SUAE )…
L’ITALIA E’ORMAI UN PAESE IN CUI VANNO AVANTI I RICORSI, LE SENTENZE CHE SI ERANO DICHIARATE A FAVORE DEI PRECARI STANNO PER ESSERE ANNULLATE DA CHI SOSTIENE UN QUALCOSA CHE CANCELLA LA DIGNITA’ UMANA A FAVORE DI IDEE CHE NON HANNO NIENTE A CHE FARE CON LA SCUOLA: NON E’ LA LAUREA CHE FA DI UNA PERSONA UN MAESTRO, E’ LESPERIENZA, IL SERVIZIO SPESO IN SCUOLE PARITARE ( PUNTEGGIO NON RICONOSCIUTO PER PARTECIPARE AL CONCORSO… MA SCUSATE IN ITALIANO PARITARIO VUOL DIRE CHE HANNO LA STESSA VALENZA), CHE A STENTO TI DANNO IL PUNTEGGIO, GLI ANNI PASSATI IN CLASSE…
A FRONTE DÌ QUESTA BREVE MA ESPLICATIVA ANALISI DEL FENOMENO, CREDIAMO CHE LA SOLUZIONE MIGLIORE SIA QUELLO DÌ APRIRE LE GAE E FERMARE I CONCORSI.

 

Movimento Nazionale per la Sovranità

You might also like