“A noi la colpa” nuovo romanzo di Lucio Leone

Serata intrisa di anarchia e mistero quella che si è svolta sabato sera da Lux In Fabula: per la rassegna QUATTRO CHIACCHIERE CON L’AUTORE, lo scrittore Lucio Leone ha presentato il suo romanzo A NOI LA COLPA, Edizioni Spartaco.

Il libro, ambientato a Napoli durante la breve visita nell’ex capitale borbonica di Umberto I e della regina Margherita, da poco incoronati sovrani del nuovo Regno d’Italia, narra le vicende degli anarchici Enrico Malatesta e Carlo Cafiero di passaggio in città proprio in quel momento, dopo la breve detenzione a Benevento per aver preso parte ai moti del Matese.

Con appeal affabulatorio da fare invidia al miglior oratore l’autore, studioso di storia libertaria, ha sintetizzato al pubblico i vari passaggi storici da cui trae spunto il libro, evidenziando che la trama è un misto di realtà e finzione, una fiction in cui tra l’altro si parla dei riti iniziatici della camorra organizzati nel sottosuolo della città, precisamente nel camposanto delle fontanelle; delle varie paranze, bande di ragazzini, dispiegate dalla malavita per tutti i quartieri della città, dedite a furti di oggetto di ogni tipo, finanche fazzoletti per signora; di ambienti praticanti lo spiritismo in cui troneggia la figura della medium Eusapia Palladino, già protagonista de NEL BUIO ARDE il precedente romanzo di Leoni, dotata di poteri medianici straordinari che all’epoca ne fecero una sorta di star mondiale, spingendo studiosi come il Lombroso e i coniugi Curie a venire a Napoli per studiarla.

Per oltre un’ora Leoni ha interloquito con il pubblico che gli ha posto domande, chiesto chiarimenti, dato suggerimenti letterari e spunti di riflessione, espresso le proprie convinzioni e perplessità in particolar modo sul mondo dell’occulto che da sempre affascina l’essere umano.

Alla serata era presente anche l’editor Antonio Russo De Vivo che è intervenuto nel dibattito laddove si è parlato del valore del romanzo storico e del rischio di confondersi che corre uno scrittore nel momento in cui decide di strutturare una trama borderline tra finzione e realtà.

Prossimo appuntamento con QUATTRO CHIACCHIERE CON L’AUTORE sabato 16 novembre con Giovanni Rusciano e LA MUSICA TRADIZIONALE.

 

Vincenzo Giarritiello

You might also like