Coronavirus: UPS Foundation supporta il network globale di partner umanitari e organizzazioni

UPS Foundation supporta il network globale di partner umanitari e organizzazioni comunitarie locali per contrastare gli impatti del nuovo Coronavirus in tutto il mondo

• Un sostegno di oltre 6 milioni di dollari sotto forma di finanziamenti a fondo perduto, servizi di logistica e trasporto, a cui si aggiungono collaborazioni con più di una dozzina di agenzie di soccorso che attuano iniziative contro il nuovo Coronavirus.

• Gli aiuti includono iniziative locali, nazionali e globali per mettere a disposizione rifornimenti urgenti di medicinali, derrate alimentari, alloggi e assistenza finanziaria per contribuire alla ripresa.

Milano, 25 marzo 2020 – UPS Foundation, la fondazione che gestisce i programmi di responsabilità sociale di UPS (NYSE: UPS), ha annunciato di aver esteso il suo impegno in risposta al nuovo Coronavirus, disponendo ulteriori finanziamenti a fondo perduto e stanziando oltre 6 milioni di dollari per le agenzie delle Nazioni Unite, i partner umanitari di soccorso, le organizzazioni no-profit locali e le organizzazioni non governative internazionali.
Gli aiuti includono collaborazioni con oltre una dozzina di organizzazioni e la fornitura di servizi di trasporto in natura, consulenza per le supply chain e contributi in denaro per accelerare la distribuzione di dispositivi di protezione personale agli operatori sanitari, oltre ad altre attività di sostentamento per le persone e le comunità colpite.
“UPS Foundation e UPS hanno una lunga esperienza nell’aiutare le comunità a prepararsi e rispondere a crisi improvvise e prolungate e a riprendersi da esse. Questo know-how ci permette di fornire un supporto essenziale ai nostri partner in un momento di necessità senza precedenti” ha sottolineato Eduardo Martinez, Presidente di UPS Foundation e Chief Diversity and Inclusion Officer di UPS.
“Da molti anni, e in alcuni casi anche decenni, abbiamo instaurato partnership pubblico-private in tutto il mondo. Siamo in grado di lavorare fianco a fianco, inspirarci gli uni con gli altri e mettere prontamente in campo la nostra esperienza in fatto di servizi di supporto e logistica allo scopo di agire concretamente e ottenere risultati nel fornire sostentamento alle persone” ha proseguito.

I nuovi finanziamenti a fondo perduto saranno stanziati a favore delle seguenti agenzie:

• United Way Worldwide: fornisce a famiglie, bambini e anziani aiuti essenziali, tra cui derrate alimentari e assistenza finanziaria per favorire la ripresa.

• Croce Rossa Americana: l’organizzazione sta attualmente affrontando il grave problema della mancanza di sangue a causa di un numero senza precedenti di cancellazioni di donazioni. I finanziamenti contribuiranno a sostenere l’approvvigionamento di sangue, essenziale per soddisfare i bisogni dei sistemi sanitari americani.

• Salvation Army: offre rifugio e programmi di sostentamento alle persone più bisognose delle nostre comunità.

• Operation Hope: in collaborazione con FEMA e la Croce Rossa Americana supporta l’infrastruttura nazionale che offre sostegno agli individui e alla piccole imprese in difficoltà. I centri di consulenza nazionali aiutano i lavoratori che rischiano l’interruzione dell’erogazione dello stipendio fornendo loro consulenza di budget di emergenza e assistenza per la gestione dei crediti.

• Center for Disaster Philanthropy (CDP): offre consulenza strategica relativa alle attività di engagement del settore privato, tra cui le consegne a domicilio di prodotti alimentari e l’assistenza medica rivolte agli anziani e ad altri individui a rischio.

• Good360: fornisce i materiali necessari agli operatori sanitari, inclusi i dispositivi di protezione personale (DPI), altre forniture mediche e kit igienici.

• UNICEF: invia aiuti ai paesi e alle regioni in cui mancano le infrastrutture sanitarie e i sistemi di sostegno sociale, necessari a far fronte ai bisogni derivanti dal nuovo Coronavirus.

• Programma Alimentare Mondiale (WFP): controlla e predispone la supply chain e la consegna delle forniture essenziali per tutte le agenzie delle Nazioni Unite e assicura le operazioni salvavita, inclusa la predisposizione di scorte di derrate alimentari, magazzini mobili e tende per una consegna immediata.

• CARE: sostiene le popolazioni a rischio in oltre 19 paesi predisponendo preventivamente forniture di emergenza, fornendo acqua, postazioni di detergente per le mani, kit igienici e kit di auto-quarantena per team di pronto intervento.

• Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR): predispone teloni in plastica e altri materiali necessari, fornendo finanziamenti di emergenza per sostenere le famiglie di sfollati e aiutare a prevenire la diffusione del nuovo Coronavirus tra di esse.
• Federazione internazionale delle Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (IFRC): supporta le iniziative sanitarie locali, favorendo l’accesso ai servizi primari e la gestione delle informazioni, tutte attività fondamentali per controllare la diffusione del virus.
• NVOAD: aiuta le popolazioni bisognose fornendo cibo, rifugio e supporto sociale.

I nuovi finanziamenti a fondo perduto vanno ad aggiungersi al supporto fornito in precedenza, grazie al quale UPS Foundation insieme ai donatori di prodotti medicali e i partner di soccorso MAP International, MedShare e Good360 ha donato agli operatori sanitari oltre 4 milioni di mascherine respiratorie, 11.000 tute protettive e 280.000 guanti in nitrile.

Più recentemente UPS ha annunciato la sua partecipazione al progetto “White House Rapid-Response Taskforce for Coronavirus Testing Sites”, fornendo attività operative e di pianificazione relative ai servizi di logistica per sostenere le stazioni mobili in cui vengono testati i pazienti e per consegnare i kit e i campioni di analisi.
UPS Foundation è un partner di consulenza fondamentale per le coalizioni globali che organizzano iniziative di engagement nel settore privato, quali ad esempio la “Private Sector Roundtable of the Global Health Security Agenda”, il “World Economic Forum Pandemic Supply Chain Network” e la “World Economic Forum COVID Action Platform”.

Nel 2019 UPS Foundation ha risposto a 28 calamità mondiali in 74 paesi, fornendo soccorso e supporto in natura con aiuti umanitari e servizi per un valore di quasi 6,5 milioni di dollari. UPS mette anche a disposizione esperti e predispone spedizioni di emergenza via aerea, su gomma o via mare attraverso il network globale di UPS, sia proprietario che di terzi. Nel corso del 2019 UPS Foundation ha investito oltre 20 milioni di dollari in finanziamenti, aiuti in natura e supporto tecnico per le iniziative rivolte alla sicurezza delle comunità allo scopo di migliorare la preparazione, la risposta immediata ai disastri e la ripresa, rafforzare il sistema sanitario pubblico e la sicurezza sulle strade.

Come UPS sta rispondendo al Coronavirus

UPS (NYSE:UPS) è un leader globale nella logistica e offre un’ampia gamma di soluzioni tra cui il trasporto pacchi e cargo, la semplificazione del commercio internazionale e l’utilizzo di tecnologia avanzata per gestire in maniera più efficiente il mondo del business. Con sede ad Atlanta, USA, UPS serve oltre 220 Paesi e territori in tutto il mondo. UPS è stata riconosciuta come America’s Best Customer Service company per i servizi di spedizione e consegna da Newsweek; come Most Valuable Brand in Transportation da Forbes; si colloca inoltre nelle posizioni più elevate della lista JUST 100 per la responsabilità sociale, nel Dow Jones Sustainability World Index, e nell’Harris Poll Reputation Quotient, fra gli altri prestigiosi riconoscimenti e premi. L’azienda è presente sul web con il sito www.ups.com o pressroom.ups.com e con il blog aziendale Longitudes.ups.com. La e-newsletter dell’azienda con focus sulla sostenibilità, UPS Horizons, è disponibile al link ups.com/sustainabilitynewsletter.

Per conoscere le ultime notizie riguardanti UPS, visitate pressroom.ups.com o seguite @UPS_News su Twitter. Per spedire con UPS ups.com/ship.

 

UPS Foundation
Dalla sua fondazione nel 1907, UPS si è costruita la reputazione di azienda responsabile e attenta alla comunità, sostenendo programmi per la soluzione delle esigenze delle comunità nel lungo termine. Creata nel 1951, UPS Foundation guida i programmi di cittadinanza globale di UPS e ha la responsabilità di promuovere il coinvolgimento dei dipendenti nelle comunità locali, nazionali e globali. Nel 2019 UPS e i suoi dipendenti, sia attivi sia pensionati, hanno destinato oltre 123,8 milioni di dollari a donazioni caritatevoli in tutto il mondo. UPS Foundation è sul web

UPS.com/Foundation e su @UPS_Foundation suTwitter.

You might also like