Dal 18 luglio al 15 settembre a Trieste, Udine e Muggia, torna FESTIL

Giunto alla sua 5a edizione, Festival estivo del Litorale è l’unico Festival di prosa in Friuli Venezia Giulia con il contributo di MiBACT, oltre che della Regione FVG, e vanta il sostegno di Comune di Udine | UdinEstate 20

Sotto la direzione artistica di Alessandro Gilleri, Tommaso Tuzzoli, e Katja Pegan che cura anche la parte slovena con Neva Zajc, ancora per questa edizione, il Festival estivo del Litorale – sezione italiana – in collaborazione col Primorski Poletni Festival/Festival estivo del Litorale (SLO), consolida il proprio legame transfrontaliero ed internazionale e continua a promuovere le sue attività in tutta la Slovenia, allargando le sue collaborazioni e coproduzioni con enti ed associazioni in Croazia. Per quest’edizione, si vedrà la partnership del Drustvo Primorskij Poletni Festival (SLO), Hrvatsko Narodno Kazaliste Ivan pl Zajc/Teatro nazionale Zajc di Fiume (HR), Gledalisce Koper (SLO), CSS teatro stabile d’innovazione del FVG, Dipartimento degli studi umanistici e del patrimonio culturale dell’Università degli studi di Udine, Golden Show Trieste, Teatro Club Udine, Fedra Art project (HR), Udruga Slobodna Drzava Rijeka/ Ass. Stato libero di Fiume (HR), Associazione Need Teatro, Casa del Contemporaneo, Associazione Speakeasy e Athena Città della psicologia. Media partner dell’evento Il Piccolo – Trieste e Radio Onde Furlane.

Apre il sipario della rassegna, il 18 luglio, alle ore 21, al Teatro San Giorgio di Udine, lo spettacolo Gli sposi | romanian tragedy di David Lescot con la compagnia internazionale Timpano/Frosini. La storia di una coppia di potere ossia dei coniugi Ceausescu. Macbeth e Lady Macbeth dei Balcani che hanno seminato tanta paura nel popolo rumeno per poi finire giustiziati il 25 dicembre 1989.

Anche quest’ anno il Festival è partner di In Box – rete di sostegno del teatro emergente – e il 23 luglio, alle ore 21:30, ospita, nel Parco Sant’Osvaldo di Udine, lo spettacolo vincitore dell’edizione 2020: Stay Hungry – indagine di un affamato di e con Angelo Campolo. Lo spettacolo è presentato in collaborazione con Teatro della Sete/TSU Teatro Sosta Urbana e Contaminazioni digitali Festival urbano multimediale.
Il lavoro, inoltre, ha vinto come Spettacolo Vincitore Nolo Fringe Festival e come Progetto Vincitore Bando S’Illumina sezione Nuove opere, promosso da SIAE e MIBACT.

Il monito di Steve Jobs, “Stay Hungry”, risuona in chiave beffarda nel caleidoscopio di storie umane, da Nord a Sud, che attraversano i ricordi di questa autobiografia, che tratta il tema della migrazione, in cui vittime e carnefici si confondono, bene e male sono divisi da confini incerti e tutti i personaggi sono segnati, ciascuno a suo modo, da una “fame” di amore e conoscenza, in un tempo di vuoti che diventano voragini.

Il 24 luglio, alle ore 21, in prima nazionale, al Teatro dei Fabbri di Trieste, va in scena La ricerca della simmetria di Chiara Boscaro e Marco Di Stefano con Giovanni Boni, Marzia Postogna, Francesco Godina, Anna Godina, Davide Rossi regia Marco Casazza produzione La Contrada Teatro Stabile di Trieste con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia / Science in the City Festival Trieste 2020.

Un testo che unisce giallo e scienza, prendendo spunto da due vite, due storie che sì intrecciano: quella di Abdus Salam primo islamico Premio Nobel per la Fisica e la storia di una giovane al giorno d’oggi, nella Trieste di ESOF (EuroScience Open Forum Trieste) 2020.

Spazio ai giovani talenti under 35, in coproduzione Tinaos e Golden Show di Trieste, in collaborazione con Compagnia Effetto Pullman Anacoleti Officina Teatrale – Spazio Parnaso – Festival Mirabilia, presenteranno in prima nazionale Qui, cosa ci faccio io qui con Elvira Scorza e Loris De Luna (che ha lavorato “I Bastardi di Pizzofalcone”, “Gomorra” e i “Medici – Master of Florence”). Lo spettacolo debutta il 29 luglio al Teatro dei Fabbri di Trieste e il 30 luglio al Teatro San Giorgio di Udine. Il lavoro ha vinto come Spettacolo Vincitore Sezione Corti – Festival Inventaria 2019.

Due sconosciuti passano la notte insieme, una madre che aspetta il figlio e una coppia ormai alla fine, che un tempo si amava. Una stanza, due persone, una relazione, o forse una solitudine da abitare, o da abbandonare. E l’amore? È solo l’ultimo dei problemi, per chi resta. Al termine dello spettacolo, si terrà il primo appuntamento del ciclo d’incontri Indagare il tempo – teatro e sociale in dialogo con il presente, realizzati in collaborazione con Coop. Athena Città della Psicologia, a cui parteciperanno gli interpreti dello spettacolo e la Dott.ssa Giusy Guarino, psicoterapeuta e presidente della Coop. Athena Città della Psicologia.

La prima parte di Festil 2020 si conclude con Tutto quello che volevo di e con Cinzia Spanò, per la regia di Roberto Recchia, versione ridotta dello spettacolo prodotto dal Teatro dell’Elfo. Lo spettacolo va in scena il 6 agosto, alle ore 21, a Piazza Venerio e il 7 agosto, sempre alle ore 21, al Teatro dei Fabbri Trieste.

Fece molto scalpore qualche anno fa la storia di due ragazzine di 14 e 15 anni che si prostituivano dopo la scuola in un appartamento di viale Parioli. La vicenda, raccontata nella pièce, inizia quando la strada della più piccola delle due ragazze in-crocia quella della Giudice Paola Di Nicola, chiamata a pronunciarsi su uno dei clienti della giovane, un professionista romano di circa 35 anni. La Giudice, che deve esprimersi anche sul risarcimento del danno da destinare alla ragazza, si accorge subito che nessuna cifra potrà mai restituirle quello che le è stato tolto.

Alla fine dello spettacolo ci sarà il secondo appuntamento del ciclo d’incontri Indagare il tempo – teatro e sociale in dialogo con il presente, ed interverranno Cinzia Spanò e l’Avvocata Andreina Baruffini Gardini vicepresidente di Se Non Ora Quando Udine. La mediatrice dell’incontro è la Dott.ssa Giusy Guarino, psicoterapeuta e presidente della Coop. Athena Città della Psicologia.

Per info: http://www.festivalestivodelitorale.com/

Per gli spettacoli al Teatro San Giorgio | Udine e al Teatro dei Fabbri |Trieste si consiglia l’acquisto dei biglietti in prevendita o la prenotazione
Prevendita sul circuito VIVATICKET
Prenotazioni alla mail:
biglietteria@festivalestivodelitorale.com

indicare nome, cognome e recapito telefonico per ogni spettatore e titolo e data dello spettacolo.

Per gli spettacoli in Piazza Venerio è richiesta la prenotazione.
Alle prime 100 prenotazioni sarà consentito l’accesso al Teatro San Giorgio in caso di pioggia.
La prenotazione è da convertire in biglietto presso la biglietteria della sede dell’evento entro mezz’ora prima dell’inizio dello spettacolo, pena la decadenza della prenotazione.

Per lo spettacolo STAY HUNGRY – indagine di un affamato
è richiesta la prenotazione al link di seguito riportato
https://invisiblecities.eu/invisiblepeople/stayhungry.html

L’accoglienza e gestione del pubblico di tutti gli spettacoli seguiranno le misure di sicurezza e di tracciabilità per la prevenzione e il contenimento della diffusione del Covid-19, previste dalle linee guida nazionali e regionali.

LA BIGLIETTERIA APRIRÀ UN’ORA PRIMA PER TUTTI GLI SPETTACOLI
Biglietto intero €10
Biglietto ridotto (over 65, under 26, soci COOP Alleanza 3.0) €8
Biglietto ridotto giovani (under 14 e studenti universitari) €5

* Per lo spettacolo STAY HUNGRY – indagine di un affamato
Biglietto unico €7
Biglietto ridotto giovani under 14 €3

 

Ufficio stampa

P.A.G.G. Comunication

You might also like