1870 – 2020: 150 anni della storica Gastronomia Arfé

Domenica 4 ottobre 2020 dalle 10 alle 22 ci sarà la celebrazione del 150° anniversario della rinomata Gastronomia presente da sempre all’indirizzo storico di via Piscicelli angolo via Martucci, 2 nel cuore della Napoli di lusso

Naturalmente, in questo periodo di post-pandemia, l’ufficio stampa di Teresa Lucianelli e la direzione della gastronomia hanno adempiuto a tutte le regole necessarie per lo svolgimento in sicurezza dell’evento. Data la particolare conformazione del locale, il tutto si svolgerà all’aperto approfittando del clima mite e fresco di queste serate ottobrine

La sede di Vico Tiratoio 4 (inizio 900)

La generazione Arfè nasce in prima apertura nella sede di Vico Tiratoio, dove già la gastronomia era rinomata per la sua qualità dei prodotti. Nel 1900, l’inaugurazione del primo negozio su strada, in vico Tiratoio 4: don Antonio Arfè e donna Teresina Mazziotti fin da subito apprezzati per le ricercate specialità, prodotti caseari freschi e stagionati e salumi provenienti dalle province della Campania.

 

Anni 50, la sede di Via Piscicelli 37

Dopo le “nozze d’oro” con una clientela affezionata ma esigente,negli anni 50 si trasferisce nella sede attuale come punto di riferimento da decenni per gli amanti della gastronomia di qualità napoletana. La sede di via Martucci, al centro del quartiere Chiaia, negli anni vede la guida di discendenti sempre attenti alle strette esigenze qualitative dei padri fondatori. Pasqualino Arfè, insieme alla moglie, Rita Valente, ha arricchito l’assortimento con pasta, scatolami, liquori e vini pregiati molto richiesti dai clienti.

 

Nel 1972 la guida del negozio passa alle sole mani di Rita, rimasta vedova del marito compagno di vita e di lavoro. Ma come ogni impresa familiare d’eccellenza, la direzione è seguita anche dai due figli Carla e Antonio. Il rapporto personale, di vicinanza, rispetto e tradizione, si comprende anche nella collaborazione di Bartolomeo Plata, da oltre 25 anni al servizio della famiglia Arfè.

Antonio, gastronomo di esperienza, compie un passo avanti con l’azienda di famiglia: si specializza negli anni come cuoco e chef non solo a livello nazionale ma anche internazionale esportando il gusto e la tradizione culinaria napoletana. La preparazione, frutto di impegno, rispetto della tradizione di famiglia e della sua grande passione per la cucina hanno permesso di far guadagnare una posizione di tutto rispetto nel panorama della cucina dei grandi eventi.

I numerosi attestati di Antonio Arfè

La cucina dolce e salata sono gli “assi” di Antonio Arfè, che trasmette nelle sue creazioni facendo ingolosire anche i palati più esigenti.

Insieme ad Antonio,nella vita privata come nella ditta di famiglia quale co-gestore, c’è la moglie Rosaria Troiano, instancabile e animata da tanta passione e competenza in campo alimentare.

Le figlie Barbara e Martina, agrotecniche, si occupano della produzione e del confezionamento anche da esportazione (i prodotti Arfè sono conosciuti e apprezzati pure oltre confine). Barbara, erede dell’arte culinaria paterna è inoltre sous chef: i fortunati invitati, domenica avranno il piacere di degustare varie squisitezze e le irresistibili bontà salate e dolci, preparate insieme a papà Antonio. Silvana Rizzolo, fidata addetta alle relazioni con pubblico e fornitori, completa l’organico insieme a Carlos Rodriguez alle commissioni.

 

 

Tutti insieme, accoglieranno gli invitati, nell’occasione di questa importante ricorrenza, attesa e programmata da lungo tempo.

 

 

Fulvio Mastroianni

You might also like