Manifesto Per L’abolizione Del Numero Chiuso A Medicina

“Qualunque decisione tu abbia preso per il tuo futuro, sei autorizzato, e direi incoraggiato, a sottoporla ad un continuo esame, pronto a cambiarla, se non risponde più ai tuoi desideri.”

Rita Levi-Montalcini Premio Nobel per la medicina

La salute è un diritto inalienabile del Cittadino, tutelato dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo Helsinki 1948 e dall’Articolo 32 della Costituzione. La sanità, quale bene inalienabile di Diritto pubblico e collettivo, di tutela della salute dei Cittadini, nella piena consapevolezza e libertà di poter intraprendere studi universitari qualificati al fine di realizzare il proprio progetto di vita per contribuire al progresso dei Popoli, in Italia deve essere libera, spoliticizzata ed apartitica.

La legislazione della Repubblica Italiana, deve riallinearsi a questi principi irrinunciabili, attraverso l’emanazione di specifici provvedimenti legislativi non più prorogabili. A sostegno di tali obiettivi, irrinunciabili per una crescita culturale, civile e sociale dei nostri giovani, è istituito il “Comitato per l’abolizione del numero chiuso delle Facoltà di Medicina delle Università pubbliche e private italiane“ in breve denominato “Comitato per l’abolizione del numero chiuso a Medicina allo scopo di abolire l’accesso alle facoltà di medicina delle Università pubbliche e private, per numero chiuso, dando la possibilità a tutti gli studenti di poter compiere le proprie scelte di vita ed ai Cittadini di poter essere Assistiti da una Sanità più vicina ai bisogni di malati e sofferenti.

L’esigenza di tale Comitato è scaturita oltre che per lo stato di crisi registrato dal SSN per carenza di strutture e Medici nei Presidi Ospedalieri di tutt’Italia, a causa della recente pandemia da Covid-19, che ha fatto registrare in Italia circa un milione e mezzo di positivi e oltre cinquantamila decessi dall’inizio della pandemia, dalla speranza che le prossime generazioni non abbiano a soffrire, come oggi, per la carenza di Medici nelle strutture ospedaliere, fino a ricorrere al reclutamento di Medici in quiescenza, per far fronte allo stato di emergenza. Il Comitato è aperto all’apporto di giovani, uomini e donne di buona volontà, cittadini, affinchè con il loro sostegno e con la loro condivisone, tutti insieme, si possa cambiare il corso della storia dell’Umanità.

Manifesto di Ercolano, 27 Novembre 2020

Il Comitato Promotore

Antonio Verga – Presidente Emerito

Ciro Iengo – Presidente

Gennaro Cuccurullo – Vice Presidente

Pasquale Orlando – Segretario Generale

Franca Avella – Tesoriere

You might also like